20 libri per 20 viaggi


Non si parte mai senza un libro. E ci sono storie perfette per ogni destinazione. Quale migliore esperienza di quella che ci permette di leggere un racconto mentre siamo immersi con tutto il corpo nelle atmosfere e nei luoghi che lo caratterizzano? E se non potete viaggiare, perché non viaggiare almeno con l’immaginazione?
20 consigli di lettura (o rilettura) per l’estate, 20 libri per 20 destinazioni diverse, per le esigenze di tutti i lettori e, soprattutto, di tutti i viaggiatori.

1- PARIGINotre-Dame_de_Paris-France
Una storia senza tempo, che tutti conosciamo ma che in pochi hanno letto nella sua versione originale: NOTRE DAME DE PARIS di VICTOR HUGO. Scritto dall’autore a soli ventotto anni nel 1830, è un classico della fase di passaggio tra naturalismo e romanticismo francese. La grandiosa rivisitazione di una Parigi tardomedioevale in cui si mescolano lo spettrale profilo della basilica di Notre-Dame, abitata dal gobbo Quasimodo, e la notturna Corte dei Miracoli, dove risplende la bellezza della zingara Esmeralda. Come in un grande melodramma, forze del bene e forze del male si scontrano ruotando intorno al tema dell’attrazione, della colpa e dell’innocenza. Romanzo del diverso, del perverso e dell’amore contrastato e impossibile oltre che del popolo, della poesia e delle contraddizioni umane.
Molto ben riuscito il musical scritto da Luc Plamondon e messo in musica da Riccardo Cocciante nel 2002: visione e ascolto consigliatissimi

2- AMERICA, TERRE SELVAGGELizHB
Quale miglior storia per un viaggiatore? Quale miglior modo per convincersi di lasciare tutto e partire? WILD di CHERYL STRAYED, fresco fresco di stampa nella versione italiana.
Dopo la morte prematura della madre, il traumatico naufragio del suo matrimonio, una giovinezza disordinata e difficile tra droga e sesso pericoloso, Cheryl a soli ventisei anni si ritrova con la vita sconvolta. Alla ricerca di sé e di un senso per continuare, decide di attraversare a piedi l’America selvaggia, il Pacific Crest Trail, per oltre quattromila chilometri, tra montagne, foreste, animali, caldo torrido e freddo estremo. Una scrittura intensa come la vicenda che racconta, da cui emergono con forza tutto il fascino degli spazi incontaminati e la fragilità della condizione umana di fronte a una natura grandiosa e potente. Una storia di avventura e formazione, di paura e coraggio, di fuga e rinascita. Ben fatta, anche se non paragonabile alla ricchezza del romanzo, la versione cinematografica di Jean Marc Vallée, uscita lo scorso marzo in lingua italiana, con una colonna sonora che comprende tra gli alti Beck, Simon & Garfunkel e Leonard Cohen.

3- STOCCOLMAtramonto-invernale
Un poliziesco buio e freddo del 2005 della serie Millenium di STIEG LARSSON: UOMINI CHE ODIANO LE DONNE. Da molti anni la nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger è scomparsa senza lasciare traccia. Il cadavere non è mai stato ritrovato. Quando Vanger ormai vecchio riceve un dono che riapre la vicenda, incarica il noto giornalista investigativo Mikael Blomkvist di ricostruire gli avvenimenti e cercare la verità. Aiutato da una abilissima hacker, Blomkvist indaga a fondo la storia della famiglia Vanger, ma più scava più le sue scoperte sono spaventose. Corposo, ma tiene il lettore in allerta sul filo del rasoio fino alla fine con imprevisti continui e una scrittura asciutta e pungente.
Del romanzo esiste anche una versione cinematografica del 2009 per la regia di Niels Arden Oplev.

4- LANGHEsld_langhe_01
155 pagine del 2005. DI VIOLE E LIQUIRIZIA di NICO ORENGO. Un libro di profumi e sapori.
Daniel Lorenzi è un sommeller parigino arrivato ad Alba per tenere un corso di degustazione sui vini di Francia. Insegnare a bere a chi vive di vino può sembrare un paradosso ma qui l’ambientazione è quella delle nuove Langhe, un mix di affari, turismo gastronomico chic e vecchie tradizioni e forse un naso straniero attento a cercare ogni sfumatura dei profumi e dei gusti è in grado più degli altri di cogliere l’essenza delle cose. Una giovane donna lavora all’enoteca Tastevin, Amalia. Fiera e fragile non chiede mai niente a nessuno eppure nasconde drammatici ricordi e nuove rabbie dietro l’affetto morboso del fratello Giulio.
Eta Beta è lo pseudonimo di uno scrittore che capita dentro la storia di punto in bianco con una storia d’amore da condividere nella cascina Ginotta, terra da vino caduta in rovina. Sulle colline delle Langhe si incontrano questi e altri variopinti personaggi in uno spaccato di umanità che trasuda di passioni, cibo e vino.

5- ALBANIAmaxresdefault
Una storia al femminile, una storia dura. VERGINE GIURATA di ELVIRA DONES del 2009 parla di Hana che abbandona gli studi universitari che aveva da poco iniziato all’Università di Tirana per tornare a vivere sulle montagne dell’Albania, nella casa dello zio che l’ha cresciuta dopo la morte dei genitori ora vedovo e malato. Un atto di gratitudine che diventa una vera repressione di sé quando Hana si rifiuta di accettare il matrimonio combinato che permetterebbe allo zio di morire in pace con sé stesso e pensa che l’unico modo per risolvere i suoi problemi sia diventare quella che si dice una “vergine giurata”: una di quelle donne che nella tradizione delle comunità albanesi del Nord decidono di trasformarsi corpo e mente in uomini e di rinnegare la propria femminilità per poter mantenere l’onore e l’eredità della famiglia. Nella cupa solitudine delle montagne si imbruttisce per sopravvivere alla fatica del lavoro maschile, al freddo, allo sconforto, finché la cugina Lila, emigrata anni prima negli Stati Uniti, la convince a infrangere il giuramento per raggiungerla a Washington. Recentissima la versione molto intensa per il cinema, del marzo 2015, con Alba Rohrwacher diretta da Laura Bispuri

6- GRECIAarticle
Un romanzo di viaggio del 1941 firmato da HENRY MILLER: IL COLOSSO DI MARUSSI.
Mentre la guerra si avvicina Miller decide di fare un viaggio in Grecia. Si imbarca a Marsiglia per il Pireo per raggiungere l’amico Durrell che si trova a Corfù. Inizia così una avventura continua che lo porta a conoscere la bellezza e la miseria di un paese che è sempre in qualche modo sacro, con ritmi e riti tutti suoi. Di tappa in tappa gente diversa, di varie nazionalità, che si ritrova immersa nel fascino greco che coinvolge da sempre tutti coloro che mettano piede nel Paese. Ghiorghios Katsimbalis è il “colosso di Marussi” un uomo dal fisico imponente, rude ma delicato insieme, che con i suoi discorsi introduce Miller nella natura e nel carattere greco, antico e moderno, sullo sfondo di paesaggi, profumi e storie dei luoghi del viaggio.

7- INDOCINA, THAILANDIA E VIET NAM1920x1080-Bangkok-Water-Market
Il giornalista del “Corriere della Sera” CORRADO RUGGERI ha appena realizzato una nuova edizione del romanzo di viaggio FARFALLE SUL MEKONG che coniuga la poesia degli spazi rappresentati con la potenza descrittiva del reportage giornalistico e le riflessioni attente ai problemi e alle contraddizioni del mondo orientale. Una passeggiata nei villaggi di montagna della Thailandia dove le tribù che coltivano oppio si cibano di polpette di carne vietnamita e sangue caldo di cobra spellati vivi. Poi a Bangkok dove il lussuoso turismo contrasta con la povertà della popolazione, dove si dice che volino migliaia di farfalle colorate sul fiume Mekong: le ragazze della guerriglia uccise mentre combattevano la repressione.

8- SICILIA2014-05-04-at-12-36-11
Niente di meglio di ELIO VITTORINI per gli scenari siciliani. Scritto negli anni Trenta ma pubblicato solo nel 1948 a causa della censura fascista IL GAROFANO ROSSO è uno straordinario romanzo di formazione. Ambientato principalmente a Siracusa e dintorni ai tempi del delitto Matteotti racconta le vicende di Alessio Mainardi, inquieto liceale ribelle attratto dagli aspetti rivoluzionari e antiborghesi del primo fascismo. All’avventura politica si sommano le esperienze sentimentali che portano il giovane dapprima incontro a una relazione fuggevole e ideale con la studentessa Giovanna dalla quale riceve il simbolico garofano rosso, in seguito in un rapporto sensuale e concreto con la misteriosa prostituta Zobeida. Attraverso l’amicizia e soprattutto il distacco dai modelli di vita rappresentati dalla famiglia borghese e in particolare dal padre, Alessio si avvia verso la vita adulta in un romanzo dalla struttura composita fatto da lettere e un lungo diario del protagonista. Il tutto condito dalla bellezza dello stile dell’autore che merita sempre di essere osannata.

9- MILANO piazza_duomo_notte
Per chi resta in città una proposta fuori dagli schemi: ESERCIZI DI SEVIZIA E SEDUZIONE di IRENE CHIAS datato 2013.
Architetto precario di giorno, giustiziera femminista di notte. Ignazia è figlia di siciliani ma è nata e vive a Milano dove lavora e, senza averlo cercato, si imbatte in un ginecologo simpatico e gentile che fuma sigarette finte, tiene un diario segreto e a poco a poco la conquista. Ma Ignazia ha una misteriosa e personale missione a nome di tutte le donne: leggendo la letteratura di ogni tempo si è resa conto di come qualsiasi forma di violenza sul corpo delle donne sia sempre stata considerata in qualche modo “naturale”, mentre l’equivalente ai danni di un maschio fa sbalordire e viene detto inverosimile. E’ per questo che di nascosto decide di riscrivere grandi pagine letterarie di violenza femminile volgendole al maschile, sedurre e rapire le sue vittime, perfetti esemplari di maschilismo bruto ed egocentrico, e torturarli letteralmente fino a terrorizzarli per iniettare loro alla fine una potente dose di ossitocina, ormone del rilassamento muscolare e dell’affettività. Inferocita con il mondo degli uomini solo un uomo potrà fermarla. La storia si svolge sullo sfondo della metropoli milanese, la città degli affari e degli eventi chic.

10- SPAGNAdsc_8751
Poesia spagnola per viaggiatori. IMPRESIONES Y PAISAJES di GARCIA LORCA è una raccolta del 1918 che nasce dal viaggio del poeta in Castiglia e Andalusia. Tanti quadri paesaggistici con grande musicalità, colore e annotazioni critiche e realistiche sulla vita, la religione, l’arte e la poesia. Un bel compagno di viaggio da aprire a caso nei momenti di pausa per vedere che cosa salta fuori.

11- ROMA, COSTIERA AMALFITANA E DINTORNICOSTIERA
Un thriller psicologico molto accattivante: IL TALENTO DI MR. RIPLEY di PATRICIA HIGHSMITH del 1955. Nell’Italia degli anni Cinquanta, Tom Ripley si reca dall’America a Napoli per convincere l’amico Dickie, per conto del ricco padre, a ritornare a casa e smettere di spendere soldi in viaggi e divertimenti nel Belpaese. Conosciuti gli agi, la bella vita e i piaceri che l’amico sfoggia si invaghisce della sua personalità e del suo modo di vivere. Ne diventa ossessionato, si appassiona alle sue avventure, si innamora della sua compagna, si innamora di Dickie stesso sempre sul filo tra omosessualità e eterosessualità, prova i suoi vestiti, i suoi profumi, impara persino a replicarne la voce. Così quando Dickie si ribella all’eccesso di attenzioni di Tom, questi non esita a ucciderlo e a prendere la sua identità. E’ l’inizio di una catena di omicidi che Tom Ripley, fragile eppure gelido, è costretto a compiere per mantenere in piedi la sua messa in scena e vivere la vita che avrebbe voluto. Molto bello anche il film di Anthony Minghella tratto dal romanzo con Matt Demon e Jude Law.

12- RUSSIAnit06
BUONANOTTE SIGNOR LENIN di TIZIANO TERZANI. Nell’estate del 1991 Terzani si trova in Siberia, aggregato a una spedizione sovietico-cinese, quando apprende la notizia del golpe anti-Gorbacev appena avvenuto a Mosca. Decide di intraprendere da solo un lungo viaggio che in due mesi lo porta dalla Siberia, attraverso l’Asia Centrale e il Caucaso, fino alla capitale. Un’esperienza forte, fissata negli appunti, nelle riflessioni e nelle fotografie che compongono il testo, una testimonianza di un evento epocale. Una galleria di individui e popoli diversi, uno scenario di città e luoghi sconosciuti e abbandonati, di passato e nuovo che avanza. Un viaggio e un libro che attraverso gli occhi del giornalista riprende le vicende del tramonto definito dell’impero sovietico.

13- TRENTINOhome_trentino
Romanzo storico e storia d’amore, edito nel 2011, AMORE MIO, UCCIDI GARIBALDI di ISABELLA BOSSI FEDRIGOTTI ci propone di calarci per una volta in panni diversi da quelli per cui siamo abituati a parteggiare. E’ il 23 giugno 1866. Il giorno seguente le truppe imperiali austriache sconfiggeranno quelle del giovane regno d’Italia a Custoza. Ma Garibaldi è saldamente attestato nel Trentino e con le camicie rosse dei suoi volontari semina il panico tra i militari austriaci e la popolazione fedele a Francesco Giuseppe. “Amore mio, uccidi subito questo Garibaldi”, scrive la principessa Leopoldina Lobkowitz al marito, conte Fedrigo Bossi Fedrigotti, che ha indossato la sua divisa di ussaro dell’imperatore ed è partito per la guerra. Leopoldina arriva dagli splendori di Vienna, dagli agi di immense tenute in Boemia. E’ giunta a Rovereto in casa dello sposo, nobile “povero” di una povera provincia dell’impero, di cognome italiano, di dialetto trentino, ma di sentimenti incrollabilmente asburgici. Al suo fianco attraverso lo scambio di lettere Leopoldina vive questo sconvolgersi del mondo che già prelude al crollo dell’Austria. Nel quadro degli eventi militari e politici, scandito dalle lettere dei due sposi-amanti, raccolte e tradotte in romanzo dalla bisnipote Isabella, si svolge la trepidante vicenda privata dei due protagonisti sullo sfondo dei paesaggi trentini.

14- LONDRAz38-londra-sfondo-desktop-hd-wallpaper-london_big_ben-1920x1080
Tutti lo conosciamo, tutti ne abbiamo letto i capolavori, in molti lo abbiamo amato. Ma è sempre tempo di leggere o rileggere un librettino piccolo e scorrevolissimo: L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO del genio di OSCAR WILDE. Un capolavoro teatrale del 1895. Il primo atto si apre sulla Londra vittoriana, nell’appartamento del aristocratico Algernon Moncrieff che riceve la visita dell’amico Ernest Worthing. Quest’ultimo in realtà si chiama Jack ma finge di avere un fratello scapestrato di nome Ernest per poter condurre una vita di piaceri, almeno in città. In campagna infatti è il tutore della giovane Miss Cecily Cardew. Ma anche Algernon ha una doppia vita con il finto amico invalido Bunbury. Jack si trova in città per proporsi a Miss Gwendolen, cugina di Algernon. Dichiaratosi con il nome di Ernest lei ricambia il sentimento ma è sua ferma convinzione sposare solo un uomo dal nome Ernest, che in inglese ha la stessa pronuncia di “earnest”, onesto. Insomma, ne viene fuori un “nonsense” assurdo fatto di equivoci e scene comiche. Fresco, divertente e ironico si legge in un fiato. Bellissima la versione cinematografica di Oliver Parker con Colin Firth e Rupert Everett.

15- SARDEGNArcosteroc
Una storia d’amore, di vendetta, di sangue. Lettura non leggera ma molto affascinante per la carica emotiva che porta con sé, cruda e travolgente: LA VEDOVA SCALZA di SALVATORE NIFFOI. Premio Campiello 2006, storia di una passione che vive al di là della morte e della vendetta. Uno sfondo brullo di mare e terra quello in cui fra le due guerre Micheddu e Mintonia si conoscono e si amano con prepotenza e forza. Un amore che va avanti anche quando il protagonista maschile è costretto a darsi alla macchia e Mintonia a incontrarlo di nascosto ossessionata dal pensiero che sia stato braccato. Una Sardegna cattiva e violenta da cui fuggire, isola arcaica e primitiva dove gli uomini e le donne hanno sempre qualcosa di oscuro dentro di sé e i luoghi sono intrisi di dolore, morte e vita insieme.

16- PRAGAimagesHZWQ2UMG
Un romanzo per chi scrive. Erotismo e scrittura. La Praga dell’occupazione sovietica degli anni Settanta: L’ORGIA DI PRAGA di PHILIP ROTH del 1985. Sulle tracce di un manoscritto inedito di un martire yiddish, lo scrittore americano Nathan Zuckerman si dirige a Praga. In questa nazione strangolata dal regime totalitario di stampo comunista scopre una letteratura che non gli appartiene e, fra gli scrittori oppressi e prevaricati dal potere insieme ai quali si trova a vivere una serie di avventure bizzarre e struggenti, si trova a voler esplorare anche una forma intrigante e perversa di erotismo. Il romanzo riproduce le pagine dei taccuini sui quali il protagonista annota il suo soggiorno e fa parte di una trilogia appassionante e divertente che ha per sfondo la bellissima città di Praga con le sue tradizioni e i suoi abitanti.

17- PROVENZA01-provenza-lavanda-senanque
Una raccolta di racconti del 1869. Considerato da sempre un’opera per ragazzi LETTERE DAL MIO MULINO di ALPHONSE DAUDET è un vero capolavoro che porta il lettore per mano nella bellezza degli scenari provenzali, luoghi di vita dell’autore. Cariche di colore, di profumi, di umanità e un po’ di nostalgia, le novelle sono favole, leggende, ritratti o descrizioni che trasudano di vita agreste e popolare, di tradizioni e scene in alcuni casi diventate proverbiali. Perfetto per chi vuole viaggiare con tutti e cinque i sensi

18- MARCHE Recanati1
Abbiamo letto tutti LEOPARDI, è vero. Ma provate a leggere Leopardi nella sua terra, tra i borghi, il mare e le colline marchigiane: ecco, è tutt’altra cosa. I CANTI RECANATESI sono un’opera d’arte. Quello che bisognerebbe tentare di fare è leggerli strappandoci di dosso per un attimo tutte quelle nozioni che ci hanno inculcato a scuola. Leggerli a voce alta, e sentire come è stata azzeccata la scelta dei suoni e delle parole all’orecchio. Vedersi scorrere di fronte le immagini, le scene e sentire i rumori, i profumi e le sensazioni che escono fuori in modo naturale dal testo. Senza rifletterci troppo sentire cosa ci trasmettono quelle parole, come riescono a essere sempre attuali. Consigliatissima la visione de “Il giovane favoloso” di Mario Martone uscito lo scorso anno e interpretato da Elio Germano: tanti livelli di lettura, una fotografia molto azzeccata e qualche moderna reinterpretazione.

19- AFRICA1364904711_2!!-!!serengeti-landscape
Niente di più azzeccato dei bellissimi undici RACCONTI AFRICANI di DORIS LESSING. Lo sfondo è tra i più suggestivi in assoluto, la Rhodesia lussureggiante e misteriosa, attuale Zimbabwe, dove l’autrice trascorse infanzia e adolescenza quando la regione era parte dell’impero britannico. Le vicende si svolgono in anni in cui la questione razziale non ancora esplosiva comincia a farsi sentire nelle coscienze dei primi coloni inglesi. Sono storie di uomini e donne, di differenze, pregiudizi e uguaglianza. Il dramma dei neri defraudati delle loro terre e della loro cultura e il dramma dei bianchi insicuri, soli e chiusi nel proprio conformismo. Un dramma universale che si risolve nella celebre citazione: “L’Africa ti insegna che l’uomo è una piccola creatura, in mezzo a tante creature, in un grande panorama.”

20- LIGURIA4408_rapallo_rapallo_vista_dall_alto
Un’ opera impegnata e purtroppo sempre attuale: LA SPECULAZIONE EDILIZIA di ITALO CALVINO pubblicata nel 1963. Si tratta di una ignota località della riviera ligure nella quale un giovane intellettuale che lavora in una grande città del Nord fa ritorno. Nel pieno boom economico degli anni Cinquanta, in un momento di crisi di pensiero dovuta al malessere sociale e all’ amoralità dilagante, Quinto decide di smettere i panni del pensatore impegnato per sentirsi al passo con i tempi: si mette negli affari e diventa socio di un impresario di cattiva fama noto per la pratica della speculazione edilizia, contribuendo di fatto a rovinare lo spettacolare paesaggio ligure. Si parla di “storia di un fallimento” perché il protagonista spinto a conformarsi allo spirito della società a lui contemporanea si degrada moralmente pur di “vincere” perché in questo gioco sono sempre i peggiori che vincono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...